Una città autentica, in regola e leale.

11 febbraio 2012, @ 3:50PM

La Lecce di domani per noi dovrà essere una città di opportunità per tutti, secondo le regole.
Nell’edilizia, nel commercio, in ogni attività pubblica, abusivismo e contraffazione saranno considerati fenomeni a cui dichiarare guerra.
In particolare il commercio dovrà ricevere le attenzioni che merita. Se questa è una città a vocazione commerciale e turistica, non si possono mettere i bastoni tra le ruote proprio i commercianti ma sostenerli e aiutarli a crescere. Con loro cresceremo tutti noi leccesi.

Primo ostacolo da rimuovere sarà la concorrenza sleale. Nella ristorazione e nell’abbigliamento e in tanti altri settori, chi sarà in regola potrà esercitare e fare affari, altrimenti non ci sarà alcuna tolleranza, occhiolino o deroga.
Licenze, permessi e autorizzazioni saranno il prerequisito per qualsiasi attività.

Non sarà accettabile l’abusivismo, né lo scarso decoro. Tutti i residenti a Lecce in possesso dei requisiti saranno coccolati dall’amministrazione indipendentemente dalle loro origine, dalla provenienza e dall’etnia, purché IN REGOLA.

Via Trinchese, da Piazza Mazzini, fino a via XXV luglio, dovrà diventare lo specchio dell’eleganza e dello stile della bella Lecce, un centro commerciale immerso tra i monumenti storici, dove è possibile passeggiare, in condizioni di decoro e assoluta pulizia.

I vigili urbani saranno chiamati a verificare che non una sola carta o una cicca di sigaretta siano per terra.

Rifaremo gli arredi urbani, curando i dettagli, con colori a tema e segnaletica turistica in sintonia con la vocazione commerciale della zona.

Presenteremo un progetto per una Lecce autentica e moderna. A partire da Via Trinchese e Piazza Sant’Oronzo.

11/02/2012
di Paolo Pagliaro
Candidato Sindaco
Primarie del Centrodestra

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento