Tavolo istituzionale Recovery: “Individuiamo le priorità. L’alta velocità deve arrivare a Lecce”

16 Febbraio 2021, @ 11:39AM

Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, Capogruppo La Puglia Domani, Presidente Movimento Regione Salento.

“Il tavolo istituzionale per parlare di Recovery Plan, voluto dal Presidente Lorena Capone, è un momento importantissimo di confronto, abbiamo iniziato col piede giusto la settimana scorsa e sono soddisfatto di poter ascoltare e interloquire con tutti, ma dobbiamo entrare nello specifico delle schede e dei contenuti, non dobbiamo perdere tempo inutilmente, dobbiamo individuare quelle che sono le priorità facendole diventare battaglie per l’intera Regione.

Ho apprezzato molto che si sia parlato con le associazioni agricole dei danni provocati dalla xylella che devono essere riparati; le nostre campagne hanno bisogno di vivere floride come un tempo, servono piani ben precisi di rimboschimento, ed anche in questo caso i fondi del Recovery potrebbero diventare basilari; sia veramente una Rivoluzione Green che guardi anche al riciclo delle acque reflue e bianche depurate e alla rigenerazione della fertilità dei suoli agricoli.
Detto questo però se vogliamo dare slancio al sud bisogna pensare ai collegamenti moderni, bisogna realizzare nuove infrastrutture.

Allacciandomi all’intervento in audizione alle Commissioni Bilancio e Trasporti della Camera dei deputati, di Vera Fiorani, presidente e amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italia, che ha parlato di Alta Velocità al sud, ribadisco che deve arrivare a Lecce.
Ho espresso soddisfazione per le parole della manager ma sia chiaro però che non sono per nulla soddisfatto delle cifre di cui ha parlato, perché, sempre da quello che ha dichiarato la manager su 24 miliardi da investire sulla rete ferroviaria, 14,8 saranno destinati all’Alta velocità e di questi 14,8 miliardi il 39% andrà al sud, in gran parte alla Salerno – Reggio Calabria. Qui bisogna equiparare, il 50% al nord e il 50% al sud.
Quindi sia doveroso per questa Regione prevedere e chiedere l’estensione della linea dell’Alta Velocità sino a Lecce; questa è stata definita la madre di tutte le battaglie.
Così come il nord e il sud dell’Italia devono essere collegati anche il nord e sud della Regione, tutti devono avere a cuore questa grande infrastruttura per collegare l’intera Regione al resto d’Italia e d’Europa. Puglia e Salento non possono più aspettare”.

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento

I prossimi appuntamenti

Cerca le date dei prossimi appuntamenti!