Samorì torna in Puglia, il MIR pronto per la fase 2

1 luglio 2013, @ 12:34PM

Squadra al completo per il Meeting MIR Puglia che si è svolto sabato 29 , presso il Teatro Forma di Bari, che ha visto la presenza del leader nazionale dei Moderati in Rivoluzione Gianpiero Samorì, arrivato a Bari per incontrare i suoi e ripuntare la bussola per quella che definisce la fase 2 del progetto nato alla vigilia delle elezioni politiche e che punta dritto alle regionali, partendo innanzitutto dal perimetro entro il quale il MIR trova naturale muoversi.
Ad accogliere il Presidente Nazionale, in platea sostenitori, rappresentanti delle istituzioni, coordinatori provinciali di Bari, Foggia, Taranto, Brinidisi e Lecce.

A fare da padrone di casa, il Coordinatore Regionale Paolo Pagliaro “siamo noi la società civile” – ha detto Pagliaro – che ha ricordato di non essere quelli che attendono lo stipendio a fine mese ma, quelli che si adoperano per prepararlo, consapevoli di quanto oggi sia difficile farlo, per questo – ha detto – occorre dare impulso alle politiche del Governo Nazionale, ad oggi ancora deboli”.
“Siamo nel centrodestra – hanno detto Samorì e il coordinatore regionale Paolo Pagliaro – ma non siamo il PDL, il cui progetto è fallito”.
Poi le ricette per debellare il cancro dell’economia. Più redditi alle famiglie, quelli italiani sono i più bassi d’Europa. Più crediti alle piccole e medie imprese senza le quali l’Italia muore lentamente.
Il tutto attingendo dai 280 miliardi che la BCE concede alle banche e poi abbattendo i costi delle istituzioni dello Stato.

I Moderati in Rivoluzione intendono fare la propria parte. Il via ai Congressi e ai Tesseramenti con quote graduate in base al reddito e poi il programma rivoluzionario.
Così il MIR si prepara per il “day after” ovvero, ha concluso Samorì, la fase che arriverà dopo quella attuale e che avrà il compito di rivoluzionare e riunire i moderati.

01/07/2013
di Ufficio Stampa
MIR Puglia

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento