Replica di Paolo Pagliaro, candidato a sindaco, alle dichiarazioni di Paolo Perrone.

25 gennaio 2012, @ 3:04PM

Il sindaco Perrone ha definito ”interessante” la disponibilità di Pagliaro, ma ha aggiunto che ”le primarie devono creare suspance negli elettori, con la ragionevole possibilità che un candidato prevalga sull’altro”.
A tale affermazioni rispondiamo che:
“La spocchia con cui Perrone sembra accogliere una potenziale candidatura di APL, proveniente dalla società civile, per le Primarie, è preoccupante per il Pdl e per tutto il centrodestra.
Questo machismo, questo ”fighismo” spinto, quasi esagerato, rischia di essere un boomerang che colpisce sul naso il sindaco uscente. E la battuta sul naso me la posso permettere, avendo anch’io un naso importante.

Qualora Congedo, Mantovano o la Poli dovessero creare più suspence nell’animo dell’autoproclamatosi invincibile Paolo Perrone, saremo pronti anche a una nuova mozione in assemblea che ipotizzi il sostegno a uno di questi autorevoli esponenti politici.
Ma proprio non si comprende, e non si può comprendere, questa supponenza, nè da dove derivi nè soprattutto a cosa porti.
Questo delirio di autosufficienza, questo si, crea grande suspence negli elettori (perplessi, ve lo assicuro), del Pdl.
Non credo che i vertici del partito possano gradire queste uscite degne del più spietato dei Kamikaze (di se stesso)”.

25/01/2012
di Paolo Pagliaro

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento