Poveri cittadini e ricchi governanti. Stop alla puglia dello scandalo e della vergogna.

21 dicembre 2011, @ 5:12PM

La storia si ripete. La politica dei tagli riguarda tutti tranne gli stessi politici, soprattutto quelli pugliesi.
Apprendiamo, senza grande sorpresa ma con immenso sdegno, che i nostri amministratori regionali, non contenti dei tanti privilegi di cui già godono da tempo con gli stipendi più alti d’Italia a partire dal Presidente Vendola che percepisce circa 14.000,00 euro al mese e che insieme al suo collega della Sardegna, rappresenta l’emolumento più alto del nostro paese, hanno pensato bene di aumentarsi vitalizi, assegni di reversibilità, diaria e rimborsi benzina.

Con delibera del 14 dicembre 2011, infatti, il servizio Amministrazione e contabilità del Consiglio regionale della Puglia ha disposto un integrazione dell’impegno di spesa per i consiglieri cessati dal mandato. Vale a dire una ricca pensione proprio in un momento in cui gli italiani non sanno nemmeno se potranno andarci in pensione in un giorno lontano. Si tratta di ulteriori 870 mila euro che si vanno ad aggiungere ai quasi 12 milioni di euro all’anno, che evidentemente, non erano ritenuti sufficienti.
Ma non finisce qui. A questo si aggiunge l’integrazione dell’impegno di spesa, con delibera del 7 dicembre 2011, per il trasferimento dei consiglieri dai comuni di residenza a Bari, che da 370,000,00 euro previsti, si sono raggiunti 780.000,00 euro, che significa rimborso della benzina a tutti i consiglieri regionali che si muovono con auto propria. Perché ci sono quelli che ovviamente dispongono anche dell’auto di servizio.

Nella stessa giornata del 7 dicembre 2011, a completare il pacchetto di regali natalizi per consiglieri e assessori regionali, arriva anche l’integrazione del rimborso spese per il rapporto con gli elettori che in un anno costa a noi cittadini già 5 milioni di euro e che per il solo mese di dicembre si è voluto comunque integrare con altri 15.500,00 euro.
Attenzione!!! E’ in arrivo un ulteriore spreco di circa 1.500.000,00 euro per un inutile Bari International Film Festival che non si faranno mancare neppure in questo periodo di vacche magre.
L’ennesima lunga scia di interventi volti a rafforzare gli enormi sprechi e privilegi della casta pugliese ai quali il Movimento Regione Salento dice basta.

E’ scandaloso, infatti, che mentre ai cittadini è richiesto un sacrifico oltremisura facendo appello al senso di responsabilità di tutti, questo stesso senso di responsabilità non debba riguardare la politica.
Per noi non è accettabile. E’assurdo che, in un periodo in cui il rincaro dei carburanti penalizza chiunque, i politici pugliesi si concedano un aumento dei rimborsi per pagarsi il tragitto da casa al lavoro. Perciò noi diciamo basta a questi sperperi e a questi sprechi vergognosi.

La pensione? I consiglieri e gli assessori regionali la maturino come tutti i cittadini, con la continuità contributiva e decenni di lavoro, all’insegna della giustizia sociale.
Il carburante? Lo paghino come tutti i comuni mortali. Tutti i lavoratori infatti, pagano la benzina per raggiungere il posto di lavoro e svolgere la propria professione.

E’ arrivato il momento di dire basta a questa vergogna. Ecco perché noi del Movimento Regione Salento, nel quadro di un riordino e di un riassetto generale del regionalismo italiano, puntiamo a riformare le caratteristiche dell’ente Regione, un modello virtuoso, a cominciare da uno Statuto snello e moderno che, prevede solo 21 Consiglieri, 6 Assessori, nessun baraccone e così via, abbassando gli stipendi a una somma congrua di 3000 euro per i consiglieri, 3600 euro per gli assessori e 5000 euro per il presidente. E ancora abolendo i fondi per i vitalizi e i rimborsi benzina, provvedendo al contempo a innescare un meccanismo virtuoso mirato all’abbattimento delle spese inutili e all’aumento dei servizi al cittadino.
Con la Regione Salento tutto questo diventerà realtà.

21/12/2011
di Ufficio Stampa
Movimento Regione Salento

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento