Pagliaro: “Zes? Abbiamo lanciato l’allarme tempo fa ma nessuno proferì parola. La soluzione ai problemi del nostro Salento c’è”

30 dicembre 2017, @ 1:01PM

«Incredibile quello che succede nel nostro territorio, è veramente incredibile. Ogni tanto qualcuno si sveglia dal torpore politico e dice che il Salento non può essere tagliato fuori e prova a togliersi il cappello con la Regione, con Bari, senza capire che non ha mai funzionato così e non funzionerà mai. – Afferma Paolo Pagliaro, dell’Ufficio di Presidenza Nazionale di Forza Italia – Il tema di questi giorni, perché se ne accorgono solo ora, sono le ZES (Zone Economiche Speciali). Il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, dopo aver scritto a Gentiloni, ha convocato per il 3 gennaio un tavolo con i sindaci di Lecce, Surbo, Maglie, Melpignano, Nardò, Galatone, Galatina, Soleto, Gallipoli, Tricase, Specchia, Miggiano, Casarano per parlare di ZES. Quando lanciammo l’allarme ZES nessuno proferì parola. Quello che mi piace ribadire però è che questi tavoli non servono a nulla; il problema è serio e non vogliono capirlo. C’è anche la soluzione ma non viene compresa. Fino a quando il Salento non avrà un ente di prossimità primario e dipenderà da una Regione matrigna che spende tutti i fondi per Bari, che oltretutto è anche Città Metropolitana, la canzone sarà sempre questa: il Salento resterà la cenerentola di una regione troppo lontana ed egoisticamente baricentrica. L’unica soluzione è il riordino territoriale, il Salento deve diventare Regione. – Conclude Pagliaro – Il resto sono chiacchiere, il resto è fumo che si getta negli occhi della gente, specialmente in campagna elettorale. Dobbiamo dire le cose come stanno: a Bari del Salento non importa nulla».

Lecce, 30 dicembre 2017

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento