Pagliaro: pronti alla rivoluzione dei parcheggi: strisce bianche e strisce blu agevolate per commercianti e lavoratori. Nuova planimetria dei parcheggi, secondo la legge.

3 febbraio 2012, @ 3:24PM

Siamo candidati a cambiare radicalmente le cose.
E una delle emergenze per noi sarà la rivisitazione complessiva del sistema dei parcheggi in centro.
Le strisce blu non devono passare per una macchinetta mangia soldi a danno dei cittadini, ma devono favorire l’acceso in auto a tutti e soprattutto a chi lavora.

In Italia oltre alla tassa di circolazione c’è anche la tassa, scoperta dai Comuni, per stare fermi: le strisce blu, e questo non può avvenire a discapito di chi vive la città.
Bisogna certo prevedere parcheggi a pagamento, ma anche garantire, in tutta la Città, una percentuale di zone di sosta gratuita a tempo, così come previsto dalla normativa in materia.
Anche Lecce ha usato l’identificazione delle zone di particolare interesse per imporre, a tutti i cittadini, il pagamento del parcheggio in ogni zona centrale della città .

Tartassare chi ha bisogno di appena 20 minuti per fermare la propria auto è davvero inammissibile. Occorre a questo punto ridisegnare le carreggiate proprio per evitare che tutti gli spazi di sosta a tariffa siano fuori legge come tante sentenze hanno sancito in seguito all’impegno delle Associazioni dei consumatori.
Ridisegnare, quindi, le strisce blu garantendo, per un terzo, gli spazi bianchi gratuiti ma a tempo per agevolare la corretta opportunità per tutti, residenti e non.

In più vogliamo prevedere spazi riservati ai lavoratori, ai commercianti (titolari e dipendenti) con un’agevolazione mensile (abbonamento di 20 euro al mese per le commesse e 40 per i titolari) in alcune zone appositamente indicate. Un bel risparmio rispetto a una media di 8 euro al giorno.
Ecco perché bisogna rivedere complessivamente tutta la planimetria dei parcheggi leccesi.

03/02/2012
di Paolo Pagliaro
Candidato Sindaco
Primarie del Centrodestra

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento