I prefetti convochino un tavolo per evitare l’isolamento del Salento. L’alta velocità non si fermi a Bari.

22 novembre 2011, @ 4:56PM

Dopo aver assistito alla positiva presa di posizione bi-partizan delle forze politiche e sociali contro la soppressione dei treni per e dal Salento, siamo preoccupati che si entri nel solito balletto di divergenze di vedute che finisce come al solito ad allontanare la soluzione dei problemi a vantaggio di strumentali posizioni pre-elettorali che nulla hanno a che vedere con i bisogni reali dei cittadini.
Per questo motivo torniamo a chiedere a gran voce ai Prefetti di Lecce, Brindisi e Taranto di convocare un tavolo interprovinciale, attorno al quale possano riunirsi e incontrarsi tutti gli eletti, le forze politiche e amministrative a diversi livelli per cooperare sotto un unico segno e rafforzare le possibilità di ottenimento di risultati concreti non solo per scongiurare l’ennesimo taglio di treni ma per chiedere sin d’ora che l’alta velocità non si fermi a Bari, ma che una volta tanto tenga in conto l’intero sistema regionale evitando l’ennesima sperequazione baricentrica così come già avvenuto con l’autostrada e scongiurando, quindi, il definitivo arretramento del Salento per i prossimi 100 anni.
Le Prefetture, con la loro autorevolezza, possono e devono attuare un’attività di coordinamento del lavoro da svolgere, per respingere questa tendenza che inesorabilmente rischia di condannare all’isolamento il Salento, le nostre città e i nostri cittadini.

22/11/2011
di Paolo Pagliaro
Presidente
Movimento Regione Salento

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento