Forza Italia ha presentato il nuovo segretario cittadino, i nuovi ingressi nel partito ed i responsabili dei dipartimenti

2 dicembre 2017, @ 3:13PM

Forza Italia continua il percorso di rinnovamento; questa mattia presso la sede del Coordinamento Provinciale del partito a Lecce, in Via Gentile angolo viale Japigia, alla presenza dell’on. Luigi Vitali, coordinatore regionale di FI, di Paride Mazzotta, coordinatore provinciale di FI e di Paolo Pagliaro dell’Ufficio di Presidenza Nazionale del partito azzurro, è stato presentato il nuovo Segretario cittadino di Lecce del partito azzurro che è l’avv. Cristian Sturdà, inoltre sono stati presentati 28 nuovi ingressi tra gli amministratori che hanno aderito al partito ed i nuovi responsabili cittadini dei dipartimenti portati in Forza Italia proprio da Paolo Pagliaro che ha dato seguito a quanto fatto già nelle presentazioni del 30 settembre e del 28 ottobre per un totale di 87 volti nuovi.

Ecco chi è stato presentato:
AMMINISTRATORI: Antonio Megha Assessore alla Cultura Comune di Neviano; Stefano Russo Consigliere Comunale Corsano; Gianluca Spagnolo Consigliere Comunale Porto Cesareo; Spagnolo Chiara Consigliere Comunale Gagliano del Capo; Giovanni Casarano Consigliere Comunale Sogliano Cavour; Giuliana Coluccio Consigliere Comunale Melpignano; Luigi Montinaro Consigliere Comunale Melpignano; Sandra Villani Consigliere Comunale Sternatia; Eliana Nuzzo Consigliere Comunale Taurisano; Ada Spinetta vice pres. Consiglio Surbo.

DIPARTIMENTO TURISMO: Alessandro Castriota Scanderbeg – Aradeo; Eliana Nuzzo – Taurisano; Antonio Caputo – Castrignano del Capo; Luciano Gala – Copertino; Walter Cosimo Pennetta – Matino.

DIPARTIMENTO CULTURA: Bianca De Simone – Alezio; Rita Sofia Cecarò – Bagnolo; Adriano Verdesca Copertino; Massimiliano Spinetta – Surbo; Fabiola De Giovanni – Lecce

DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE: Giorgio Martina – Novoli; Rosaria Ricchiuto – Specchia

REGIONALISMO FEDERALISMO E IDENTITA’ TERRITORIALE: Gianpiero De Benedetto – Alezio; Giampiero Marchello – Lizzanello; De Riccardis Antonio – Martignano; Antonio Pinto – Veglie; Andrea Leo Rizzo – Copertino; Lucio Rocca – Nardo’.

«Ci prepariamo alla campagna elettorale, il nostro partito è in netta crescita, lo dicono i sondaggi, e anche qui a Lecce stiamo lavorando già tempo così come abbiamo fatto per le amministrative a Lecce dove abbiamo perso al secondo turno, attendiamo la sentenza, ma abbiamo la maggioranza in Consiglio Comunale. – Afferma Paride Mazzotta, coordinatore provinciale di FI – Ringrazio tutti gli amici che si sono impegnati e si impegnano per il nostro partito; e ringrazio in modo particolare Paolo Pagliaro per il grande impegno profuso nel portare in Forza Italia tante nuove persone alle quali voglio dare il mio più caloroso benvenuto. – Conclude Mazzotta – Infine presentiamo il nuovo segretario cittadino di Lecce, Cristian Sturdà, avvocato, che si è sempre impegnato tantissimo che succede a Nicola De Filippis che ha lavorato bene ed ora passa nel Direttivo Provinciale».

«L’avv. Cristian Sturdà, nuovo segretario cittadino, ha ottenuto un gradimento importante – Ha detto l’on. Luigi Vitali – a lui auguro buon lavoro così come a Nicola De Filippis. Invito tutti i nuovi entrati e i responsabili dei dipartimenti, che ringrazio, di rapportarsi con i segretari cittadini, con il direttivo del partito, per dare seguito a questo lavoro. Siamo in una fase in cui bisogna lavorare tutti insieme per la grande sfida che ci attende, e dobbiamo farlo con spirito di servizio. È ovvio che ci sia da parte di tutti l’ambizione di avere degli incarichi importanti, ma dobbiamo lavorare da squadra. Continuerò in questi giorni, in queste ore, il mio tour de force nei comuni salentini ».

«Sono felicissimo per questo incarico che mi riempie il cuore di gioia. –Ha affermato Cristian Sturdà – Ringrazio l’on. Vitali e tutto il quadro dirigenziale del partito per avermi accordato questa fiducia ma in modo particolare voglio ringraziare Paolo Pagliaro che per me è stato la stella polare del mio percorso politico. Con lui abbiamo combattuto tantissime battaglie per 7 anni per il territorio. Ora mi metterò al lavoro per fare in modo che il nostro percorso di crescita continui. Il mio compito sarà quello di organizzare un coordinamento di persone oneste, perbene e capaci di dare delle risposte ai cittadini ai quali interessano le soluzioni dei problemi e non la filosofia. – Conclude Sturdà – Il mio impegno sarà di far crescere il partito con l’occhio attento di chi conosce i problemi del territorio».

«Sono contento ed emozionato nel ritrovare Cristian Sturdà in questa nuova veste – Ha affermato Paolo Pagliaro – con lui abbiamo percorso tantissima strada combattendo per il nostro territorio; ed è proprio questo lo spirito nuovo che stiamo portando in questo partito, ed è così che dobbiamo continuare a lavorare. In questi ultimi giorni sento spesso nominare il termine territorio, e mi fa piacere che finalmente stiano cambiando le cose; il sud è in una situazione disperata. Le ultime statistiche hanno evidenziato che Lecce è sprofondata al 104° posto come qualità della vita, e peggio stanno Brindisi e Taranto, quindi l’intero Salento.

Questa è la fotografia della realtà e noi abbiamo il dovere di raccogliere i cocci di questo territorio che è stato distrutto, depredato, dove il tasso di povertà è altissimo e i nostri ragazzi vanno via. – Continua Pagliaro –Quindi l’impegno del partito nazionale con la sua storia, la sua forza e la sua tradizione deve essere orientato verso questo modello. E sono felice che tanti amministratori abbiano avuto fiducia in questa nuova fase. Come centrodestra dobbiamo essere capaci di parlare questo linguaggio nuovo, rivolto ai problemi del territorio e dobbiamo mettere al servizio la nostra credibilità, le nostre storie personali. Tornando al tema del civismo ho sentito in questi giorni molti movimenti territoriali che fanno del loro credo la parola “battaglia per il territorio”, tutta gente amante della buona politica che in passato ha subito angherie da parte di chi gestiva il centro destra e sono andati via nonostante fossero di centro destra; Forza Italia è il partito della libertà e delle sensibilità che si incontrano, si uniscono e si arricchiscono a vicenda. Ho apprezzato molto le dichiarazioni di Pippi Mellone di Andare Oltre, che ha fatto passaggi interessati dicendo che vuole ragionare con chi sarà in grado di proporre un nuovo modello politico, con chi sarà in grado di candidare nuovi candidati e non le stesse facce degli ultimi vent’anni.E questa apertura dobbiamo coglierla e lo ringrazio anche a livello personale avendomi riservato apprezzamenti, così come ho ascoltato le parole di Alessandro Delli Noci, la sua è una sensibilità di centro destra, è uno di noi, dobbiamo ragionare sul perché ha fatto scelte diverse. Hosentito il presidente della sua associazione Alfredo Foresta di Visioni a sud che ancora una volta ha ribadito questi concetti: si vogliono rapportare con chi negli anni ha dimostrato di tenere al territorio, con chi ha combattuto le battaglie per il territorio, poi ha lanciato l’idea delle primarie delle idee per il Salento partendo dalle 10 battaglie di Telerama che furono varate nel febbraio del 2007, più di 10 anni fa e sono ancora attualissime, non è cambiato nulla. Le 10 battaglie di Telerama furono varate quando affidai a Mauro Giliberti la direzione dell’informazione, e proprio con Daniele Montinaro della sua associazione Movimenti ha voluto ribadire questi concetti; voglio dire che Giliberti è stato il miglior candidato sindaco possibile, che come lui stesso ha dichiarato ha ricevuto grande affetto dai cittadini un po’ meno da alcuni rifermenti dei partiti che lo sostenevano ; FI l’ha sostenuto al massimo. Movimenti ha lanciato dei segnali molto chiari: discontinuità con il passato, hanno necessità di avere delle personalità nonpolitiche di professione ma provenienti dalla società civile che negli anni hanno dimostrato passione e valori legati al territorio. Così come c’è Salento Europa di Fabrizio Camilli, forzista storico, è necessario ragionare con loro, così come con Mpl di Antonio Lamosa e le altre associazione culturali e non solo politiche che di fatto però fanno politica con la P maiuscola come Valori e Rinnovamento di Woitek Pankiewicz, così come Laica di Roberto Fatano; noi dobbiamo aprire ed essere inclusivi. – Conclude Pagliaro – E dobbiamo vincere insieme a loro, così come Berlusconi dice che dobbiamo mettere insieme tutti a livello nazionale, noi dobbiamo farlo nei nostri territorio, aprendo al mondo delle professioni, delle associazioni e del volontariato. Forza Italia è il partito inclusivo di tutto questo mondo e noi dobbiamo vincere tutti insieme».

Lecce, 2 dicembre 2017

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento