Forum di discussione M.R.S. : alle primarie votiamo per Matteo Renzi?

24 ottobre 2012, @ 7:51PM

Ho pensato di proporre un dibattito aperto, una discussione tra tutti i militanti, gli aderenti ed i tesserati del Movimento Regione Salento su questo argomento.
Con Renzi c’è comunanza di intenti e assonanza di idee basate, sostanzialmente, sul concreto bisogno di ricambio generazionale di una classe dirigente, ormai stanca e obsoleta, assuefatta ad un altrettanto vecchio modo di far politica, tramite l’uso di uno strumento democratico come le elezioni Primarie.
La riduzione del costo della politica, l’abolizione di vitalizi e di ogni sorta di sprechi e sperpero di denaro pubblico è un ulteriore battaglia che ci accomuna.
Occorre ripartire dall’Italia che funziona, da quella parte di Paese che non si è arresa e che lotta per andare avanti, da quella porzione di territorio che va difeso e valorizzato nelle sue eccellenze.
Occorre investire sui cittadini, sulla società civile, puntando su amministrazioni virtuose e di prossimità, guardando al futuro, alle proposte e alle idee, anziché parlare in ‘politichese’, barricandosi nei palazzi del potere.
La nostra, non è una scelta di posizionamento politico, ma apprezziamo il metodo delle Primarie, infatti, siamo stimolati a partecipare ogni qualvolta sentiamo parlare di Primarie tanto nel Centrodestra, dove potremmo esserne protagonisti, quanto nel Centrosinistra.
Credo che, al momento, per la situazione politica attuale, sia auspicabile la vittoria di Matteo Renzi alle Primarie del Centrosinistra.
Alla luce di tutto ciò, chiedo la partecipazione attiva di tutti coloro che vorranno offrire il loro personale contributo di idee e valori sull’argomento.
Dopodichè, questa discussione la porteremo all’interno del nostro Consiglio direttivo e decideremo, qualora ci fosse condivisione da parte vostra, di prendere una posizione ufficiale… da protagonisti, in prima linea, come sempre!

24/10/2012
di Paolo Pagliaro
Presidente
Movimento Regione Salento

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento