Cittadini in prima fila con referendum e banca del tempo.

17 febbraio 2012, @ 4:02PM

La politica ha usato sempre la rappresentanza cittadina come strumento per ottenere la poltrona.
Noi pensiamo, invece, ad una vera responsabilizzazione dei leccesi, sia verso l’istituzione, sia per un impegno solidale nei confronti degli altri.
Far decidere ai rappresentanti del popolo, democraticamente eletti, è cosa giusta, ma è ancor più democratico, su scelte prioritarie per la città, coinvolgere l’intera collettività.
Quante decisioni hanno prodotto sprechi che il buon senso non avrebbe mai accettato…
Ecco perché saremo garanti dell’istituto del Referendum per ottimizzare eventuali scelte amministrative di particolare rilievo, tutelando la volontà della popolazione su temi specifici della nostra città.
Partecipare non solo sulle scelte, ma anche su come contribuire in prima persona alla solidarietà comunale.
Sono molti i cittadini che vorrebbero adoperarsi per gli altri, ma troppe volte non trovano le modalità per interagire.
E allora istituiremo la banca del tempo, attraverso un organo associativo nel quale i cittadini metteranno gratuitamente a disposizione il proprio tempo libero.
Essere per gli altri gratifica ogni animo.
Si organizzeranno così, in base alle disponibilità e alle attitudini di ciascuno, momenti di assistenza a bambini e anziani, a persone sole. E ancora, doposcuola comunali e laboratori per insegnare arti antiche e musicali.
L’attività sarà offerta gratuitamente o in cambio di un minimo rimborso spese.

17/02/2012
di Paolo Pagliaro
Candidato Sindaco
Primarie del Centrodestra

Posted by
Categories: Articoli

Nessun commento all'articolo
Lascia un commento